,

PRANZO CON UN AMICO DI FACEBOOK

Mi aveva chiesto l’amicizia alcuni mesi or sono su Facebook. Ci siamo rimbalzati un po’ di commenti, quando trovo un suo messaggio dove mi mostra una parentela lontana, decisamente lontana.
Comunque, quale vecchia usanza spagnola, mi chiama cugino. Il ché mi va benissimo. Chiede anche l’amicizia a Daniela. Ma dimenticavo, era brasiliano. Il suo nome? Luis S Martino Di Ivrea

Trascorso un po’ di tempo ci informa che verrà per l’Expo (produce vini nella sua Vinicola Marchese di Ivrea) a Milano e se vogliamo essere suoi ospiti al padiglione brasiliano e ad un pranzo.
Il minimo che ho potuto fare era invitarlo a casa mia.
L’invito era semplice ma cosa posso fare da mangiare? Parlo col resto della famiglia, ma non partecipa ai miei dubbi.
Allora scartabello un po’ di appunti, giro su internet, riscartabello; poi ci penso e ripenso seriamente. Fatto!
Ed eccovi il menù.

Per gli aperitivi preparo del Prosecco di famiglia e del Martini, con svariati vari stuzzichini.
Arrivano i 3 amici invitati un po’ prima (l’avevo chiesto appositamente) di cui una cara amica portoghese.
Perlomeno l’ospite d’onore non si sarebbe sentito spiazzato: non sapevo quanto conoscesse la lingua italiana.
Beviamo e chiacchieriamo in terrazza: una splendida serata neanche troppo calda e mi omaggia di una bellissima bottiglia che riporta, guarda caso, il mio nome!
Poi finalmente calo la pasta.

Prima portata: RIGATONI CON SUGO CRUDO A MODO MIO

La mia pasta col sugo crudo è sempre un successo! Piace molto, anzi moltissimo, a giudicare dai non-resti!
Che la facciate con le penne, i sedani, rigatoni e mezzemaniche è sempre piacevolissima. E non solo! Potete usare spaghetti, vermicelli o linguine senza paura di sbagliare.
E’ leggera e nello stesso tempo corposa: una grattugiata di cacioricotta dopo che ci si è serviti è d’obbligo!
Molto apprezzata da tutti e anche dall’ospite d’onore.

Seconda portata: LONZA ALLA BIRRA

La lonza alla birra è un secondo particolarmente gustoso, soprattutto per la sua demi-glace.
L’unica accortezza è il tempo di cottura: la carne deve essere cotta ma ancora umida.
Se la carne di maiale viene troppo cotta, diventa un po’ stopposa, secca e dura da masticare.
L’ho servita con questa insalatina:

misticanza e radicchietto a cui ho aggiunto mezza mela, tagliata a dadini, e uvetta passa.

Dessert: TIRAMISÙ LEGGERO AL BICCHIERE

E’ una versione alleggerita di tiramisù: quindi l’ho chiamato semplicemente tiramisù leggero.
La decorazione mi è venuta spontanea mentre preparavo le meringhe: perché non fare dei funghetti e, quale terra, usare uno streusel al cacao?
Quando dico leggero, non intendo un dolce con poche calorie!
Non esistono dolci ipocalorici: l’unica cosa è prendere una porzione più piccola!
Comunque vi invito a farlo e a provarlo. Ho utilizzato delle basi classiche quindi nulla di folle o impossibile.

Ho abbinato del vino siciliano: Rapitalà, sia bianco che rosso. Al dessert del TreFiler.
Alla fine del caffè con dei biscottini di frolla bretone, alcuni Gin Tonic e dei liquori.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento